b. Abilità pratiche

 
  • Stabilire e mantenere relazioni terapeutiche con bambini e adolescenti di tutte le età e delle famiglie.

 

  • Sviluppare competenze di comunicazione clinica (“intervista e colloquio”) ad alto livello sia in campo diagnostico che terapeutico con i bambini, i giovani e le famiglie, compreso l’utilizzo di strumenti diagnostici (semi) strutturati.

 

  • Avere buone capacità di comunicazione scritta.

 

  • Dimostrare le competenze di collegamento, anche attraverso il team multidisciplinare, sia lavorando con le agenzie sanitarie ed extra-sanitarie deputate alla garanzia nella salute di minori e che curando il successivo trasferimento alle agenzie della salute, anche mentale, dell’adulto.

 

  • Mostrare le conoscenze e le competenze per lavorare sia in ambito ambulatoriale che in un servizio di intervento intensivo in ospedale ( degenze ordinarie e DH) con bambini e adolescenti.

 

  • Avere le competenze transculturali che permettano la comprensione e gestione, comprese delle diversità culturali, dei singoli bambini e adolescenti, delle loro famiglie e della società in cui vivono e da cui provengono.

 

  • Capacità di eseguire l’esame neurologico, l’esame psichico, programmare ed eseguire prove appropriate e abilità di lavorare con colleghi di altre discipline esperti in specifici ambiti nella salute neuropsichica dei bambini e degli adolescenti e delle loro famiglie.

 

  • Saper fornire interventi di psico-educazione per i pazienti e loro famiglie, saper informare altri medici, colleghi e studenti

 

  • Formazione in psicoterapia per individui, gruppi o famiglie in base a metodi cognitivo- comportamentali, sistemici o altre appropriate terapie psicologiche. La formazione includere seminari teorici, tecniche di trattamento supervisionate. Tale formazione comprende, oltre al normale lavoro clinico:
  • – la supervisione clinica, che è parte integrante di tutta la formazione pratica, e
  • – la cooperazione clinica con le istituzioni e gli operatori competenti (ad esempio, attività di Liaison)

 

  • Avere capacità di leadership: essere in grado di guidare e supervisionare (mentoring) altri medici, tirocinanti e studenti. Dovrà essere sviluppata la capacità di guidare una collaborazione, mantenere un dialogo con collaboratori e studenti, comprendere il proprio ruolo individuale nell’organizzazione.

 

  • Sviluppare competenze didattiche: dovrà essere in grado di organizzare sessioni di insegnamento in una varietà di formati, conoscendo i diversi stili di apprendimento, sapendo progettare l’insegnamento per soddisfare queste diverse esigenze ed utilizzando feedback scritti e verbali per migliorare il proprio insegnamento.

 

  • Sviluppare competenze di valutazione: lo specialista dovrà saper eseguire la valutazione strutturata delle prestazioni di un collega e saper fornire indicazioni costruttive.
credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar