Sezione Scienze Biomediche e Biotecnologiche

 

La Sezione di Scienze Biomediche e Biotecnologie  è una sezione  di medicina che si occupa di Pediatria, di Biologia Molecolare, di Genetica Medica Molecolare .Il suo scopo istituzionale è quello di promuovere la formazione e la ricerca nei settori emergenti della biomedicina, quali genomica, medicina molecolare, e nanotecnologie.Opera all’interno del ospedale Microcitemico  e favorisce l’integrazione della ricerca di base e applicata con la pratica clinica; Infine collabora con e nella realizzazione dei percorsi formativi per studenti in medicina e biologia, specializzandi in pediatria e dottorati di ricerca. La Sezione  rappresenta un centro all’avanguardia nella ricerca delle malattie genetiche e nella sua applicazione clinica.

Brevissima storia:

La II Clinica pediatrica nasce nel 1974 presso i locali della “Clinica pediatrica Macciotta” sita in via Porcell sotto la direzione del Prof Antonio Cao.

La Clinica Pediatrica II dell’Universita’ degli studi di Cagliari opera la sua attività all’interno di un ospedale specializzato ovvero “Ospedale Regionale per le Microcitemie” dove vengono seguiti pazienti provenienti da tutta l’isola affetti da sindromi Talassemiche. L’eccellenza di questo Ospedale, in particolare per il lavoro svolto dalla Clinica Pediatrica II , è diventato il centro di riferimento internazionale dell’organizzazione mondiale di Sanita’ (OMS). La sezione Pediatrica è composta da reparti di degenza, servizi di consulenza, ambulatori e laboratori di ricerca. Accanto al personale universitario collabora personale della ASL e CNR. La diagnostica clinica, ambulatoriale e i laboratori specializzati si occupano essenzialmente di pediatria classica e della moderna medicina molecolare.

Gli studi condotti dalla II Clinica Pediatrica hanno prodotto più di 400 pubblicazioni scientifiche su prestigiose riviste internazionali. Questa produzione scientifica ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti internazionali conferiti al prof Antonio Cao quali:  l’Allan Award (USA), Bianca Maria e Wilma Querci (Italia), Martha Philipson (Stoccolma) e dalla Regione Sardegna il Sardus Pater. Il modello Talassemia è stato applicato anche per altre patologie genetiche, di seguito citiamo le più importanti quali il Morbo di Wilson, La Fibrosi cistica, L’APECED, la DMD, l’asma, l’Emofilia, etc……

Inoltre questo presidio è il centro di riferimento regionale e nazionale per le malattie rare.

 

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar