Carta de Logu d’Arborea. Edizione critica secondo l’editio princeps (BUC, Inc. 230)

 

a cura di Giulia Murgia
Milano, FrancoAngeli, 2016
Collana: Metodi e prospettive. Studi di Linguistica, Filologia, Letteratura

 

La Carta de Logu d’Arborea è un corpus di norme scritto in sardo arborense, promulgato dalla giudicessa Eleonora alla fine del Trecento, a parziale aggiornamento della Carta de Logu emanata a suo tempo dal padre, il giudice Mariano IV. Dopo un periodo di circolazione manoscritta del testo, di cui sopravvive un unico testimone (Cagliari, Biblioteca Universitaria, ms. 211), vede la luce, in una data imprecisata dell’ultimo ventennio del XV secolo, forse per volontà degli ufficiali viceregi, la prima edizione a stampa, conservatasi in due esemplari (Cagliari, Biblioteca Universitaria, Inc. 230; Torino, Biblioteca Reale, Inc. I, 44). La redazione della Carta de Logu tràdita dall’incunabolo – di cui in questo volume si fornisce per la prima volta l’edizione critica – è parzialmente differente rispetto a quella fino ad allora circolante: la fisionomia testuale risulta infatti sostanzialmente mutata sotto molti aspetti, a partire dall’integrazione del Codice rurale di Mariano IV.

 

Giulia Murgia è Ricercatrice di Linguistica e Filologia Romanza presso l’Università di Cagliari

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar