di Duilio Caocci, Rita Fresu, Patrizia Serra, Lorenzo Tanzini,
Roma, Carocci, 2012 (Lingue e Letterature, 132).

La funzione didattica della parola modella la trasmissione della cultura medievale. I quattro contributi raccolti nel volume analizzano appunto, in prospettiva interdisciplinare, le differenti declinazioni della scrittura utile nella produzione testuale del Medioevo. Lungo un percorso che conduce dalle visioni oltremondane al romanzo arturiano, dalla narrativa monastica alle scritture morali, fino ai volgarizzamenti di testi di natura politica e alla prosa didascalica, si individuano le principali strutture e i moduli espressivi che il discorso didattico-morale assume, in area francese e italiana, tra il XII e il XIV secolo.

Indice del volume:

Premessa, p. 11.

Patrizia Serra, Il viaggio allegorico tra visioni dell’Aldilà e romanzo arturiano nella letteratura medievale francese, pp. 15-103.

Duilio Caocci, Narrativa monastica e scritture morali tra XII e XIII secolo, pp. 105-159.

Lorenzo Tanzini, Albertano e dintorni. Note su volgarizzamenti e cultura politica nella Toscana tardo-medievale, pp. 161-217.

Rita Fresu,La miseria dell’uomo tra enciclopedismo e letterarietà. Rilievi sintattico-testuali sulla trattatistica didascalica del XIV secolo: la prosa di Agnolo Torini, pp. 219-273.

credits unica.it | accessibilità Università degli Studi di Cagliari
C.F.: 80019600925 - P.I.: 00443370929
note legali | privacy

Nascondi la toolbar